Ti trovi qui
Home > Cronaca > Catania, arrestato 39enne per estorsioni e minacce ai commercianti

Catania, arrestato 39enne per estorsioni e minacce ai commercianti

I Carabinieri di Augusta hanno arrestato un 48enne per aver accoltellato un paziente in ospedale e per resistenza a pubblico ufficiale.

CATANIA

Francesco Faranda, 39 anni, è stato arrestato dai Carabinieri di Fiumefreddo di Sicilia per estorsioni e minacce ai commercianti.

L’uomo, affiliato al clan mafioso Brunetto, collegato alla ‘famiglia’ Santapaola-Ercolano di Catania, è stato arrestato per tentata estorsione continuata, con l’aggravante del metodo mafioso e danneggiamento seguito da incendio. Nei suoi confronti è stato emessa un’ordinanza di custodia cautelare dal Gip di Catania su richiesta della Dda della Procura. Faranda avrebbe minacciato un commerciante di veicoli, pretendendo di acquistare un mezzo ad un prezzo notevolmente inferiore al reale valore. Al rifiuto dell’uomo, oltre a danneggiare l’auto di quest’ultimo, lo avrebbe poi minacciato: “Allora me la porterai sino a casa ‘di mafia’, con tanto di scuse in ginocchio, senza soldi” e “se mi denunci taglio la testa a te e ai tuoi figli”.  Un altro commerciante sarebbe stato costretto, sotto minaccia di morte, a cedere gratuitamente materiale in vendita. Gli episodi sarebbero avvenuti mentre Faranda era sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Dalle indagini sarebbero emerse pianificazioni di furti, poi non concretizzatisi, e, secondo la Procura, “un ruolo di primo piano nel paese per il recupero dei crediti o per taglieggiare negozi appena aperti, allo scopo di ‘fare un regalo ai detenuti a Natale’, che avrebbe assicurato la ‘protezione’ da altre eventuali richieste estorsive”.

31 ottobre 2018

Articoli Consigliati

Top