Ti trovi qui
Home > Calcio > Palermo: Zamparini tiene in scacco i rosanero

Palermo: Zamparini tiene in scacco i rosanero

Sempre più intrecciata la questione attorno al futuro societario del Palermo Calcio. Il patron Maurizio Zamparini ha manifestato delle perplessità riguardo l’interesse dell’imprenditore Raffaele Follieri che non darebbe le adeguate garanzie economiche per portare a termine la cessione. Follieri, classe 1978 di San Giovanni Rotondo, qualche mese fa aveva già provato ad acquisire il 50% del pacchetto azionario del Foggia ma l’affare saltò proprio sul più bello.

Più concreta, invece, la trattativa con Antonio Ponte, sessantasettenne italo-svizzero. Di lui si ricorda l’acquisizione del Siena nel 2014, quando la società toscana era sull’orlo del fallimento. Un’esperienza durata poco, giusto il tempo di riportare il club bianconero tra i professionisti. Adesso ecco di nuovo la volontà di entrare nel mondo del calcio, stavolta con un club con maggiori velleità. Una trattativa, quella con Ponte,  che lo stesso Zamparini ha definito “in fase avanzata”. La priorità, pertanto, è quella di chiudere nel più breve tempo possibile.

Nel frattempo il patron rosanero ha deciso di immettere 15 milioni di euro nel capitale societario per coprire le ingenti spese soprattutto in termini di monte ingaggi. Una misura necessaria anche a seguito di alcune mancate cessioni che avrebbero dovuto, secondo i piani, portare nuova linfa alle casse del club di viale del Fante. Sul groppone, in particolare, è rimasto il macedone Nestrorovski, dato per partente in estate ma poi rimasto in Sicilia a causa dell’assenza di offerte adeguate. I rosanero, inoltre, da quest’anno non dispongono più delle risorse derivanti dal “paracadute” riservato alle squadre retrocesse dalla Serie A.

07 settembre 2018

Articoli Consigliati

Top