Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Catania, prime manovre di mercato e quel “trio” su cui basare il nuovo progetto

Catania, prime manovre di mercato e quel “trio” su cui basare il nuovo progetto

Chi esce, chi entra: in comune la maglia rossazzurra, l’amore di una città e di una tifoseria che quest’anno ha saputo sognare fino al penultimo gradino. Sono passati per l’esattezza 5 giorni da quel Catania-Siena da batticuore. Tempi regolamentari, supplementari e poi rigori a sancire un’eliminazione che senz’altro dalle parti del vulcano brucia ancora e tanto.

Oltre alla questione allenatore lasciata in sospeso, con la dirigenza etnea che sembrerebbe già alla ricerca di un sostituto di Cristiano Lucarelli, ma decisiva in tal senso sarà la prossima settimana, iniziano a muoversi le prime trattative di mercato per quanto concerne i calciatori.

In casa Catania sono già stati confermati alcuni addii e individuati i reparti su cui sarà obbligatorio intervenire per rimanere ad alti livelli. Iniziamo da chi ha le valigie in mano, salutano per fine contratto il secondo portiere Martinez, Djordjevic, Mazzarani, Rizzo insieme a Mirko Esposito e Fran Brodic per fine prestito. Piccola incognita per Caccavallo, possibile che Lo Monaco possa confermare l’esterno campano, che ha già esplicitamente manifestato il suo interesse per rimanere a Catania dopo 6 mesi sfortunati e segnati da un infortunio importante che non gli hanno permesso di mettersi in luce.

Altri pezzi pregiati potrebbero però partire: non è più un mistero che Luka Bogdan faccia gola a tanti club italiani di Serie A e B. Il Kick Off Group, società che detiene il cartellino del giocatore, ha già ricevuto offerte importanti per il 22enne difensore centrale, possibile grande plusvalenza per la società etnea. Su Marchese sondaggio della Leonzio, Ripa potrebbe trovare squadra sempre nel girone C, mentre altro rebus sembrerebbe essere quello legato al futuro di Barisic, altro appetito nome in organico, ma il ragazzo è stimato e andrà via solo per offerte importanti.

Attorno a chi ruoterà il nuovo progetto? Certamente da Biagianti, Lodi e Curiale: tre nomi importanti e tre protagonisti dell’annata appena conclusa. Innesti di qualità, viste le defezioni, ci saranno invece certamente difesa con la società già al lavoro per “costruire” i nuovi Bogdan. Lo Monaco vigile e pronto ad assestare i primi colpi solo dopo aver fatto chiarezza sulla vicenda tecnico. Sono già giorni importanti, lo sguardo è già proiettato al futuro.

Servizio del Tg

15 giugno 2018

Articoli Consigliati

Top