Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Catania: eliminazione che ancora brucia. Tempo di bilanci e valutazioni

Catania: eliminazione che ancora brucia. Tempo di bilanci e valutazioni

A meno di 48 ore dalla bruciante eliminazione dai playoff, non si è ancora acuita l’amarezza in casa Catania. Troppo importante l’obiettivo promozione per una piazza a cui sta troppo stretta la dimensione della C.

Tempo di bilanci di una stagione dai due volti. Positiva e molto in termini di numeri. Una squadra che anche ai playoff ha dimostrato di poter puntare all’obiettivo finale. Di contro però sono state tante le occasioni perse per agguantare la B. Sia nella regular season, vedi i match interni con Juve Stabia e Trapani ed anche nei playoff con l’uscita ai rigori contro il Siena.

Per questo la società dovrà fare le valutazioni necessarie per pianificare il futuro e ripartire. La prima decisione toccherà evidentemente la guida tecnica. Lucarelli ha ancora un altro anno di contratto ma bisognerà capire le intenzioni societarie, se puntare ancora sul mister toscano e dare continuità al progetto o cambiare e dare una scossa all’ambiente.

Da lì bisognerà poi passare all’organico. L’idea è quella di non smantellare una rosa molto competitiva. Ma la certezza è che bisognerà ascoltare le proposte da categorie superiori per i pezzi pregiati, su tutti il difensore Bogdan. Un Catania che darebbe ossigeno alle casse per un’iscrizione al campionato che non è comunque in dubbio.

Le sirene del mercato potrebbero riguardare anche i vari Pisseri, Aya, Di Grazia e Russotto mentre certamente si ripartirà da Lodi e Biagianti e si valorizzerà definitivamente il talento di Manneh.

Prime considerazioni al termine di una stagione che ancora brucia.

Articoli Consigliati

Top