Ti trovi qui
Home > Cronaca > Mafia: sequestrati beni per 300mila euro a Cambria, ritenuto vicino al clan Cappello

Mafia: sequestrati beni per 300mila euro a Cambria, ritenuto vicino al clan Cappello

La Dia sequestra beni per 300mila euro a Francesco Cambria, ritenuto vicino al clan Cappello-Bonaccorsi. E' il figlio di un membro della stessa cosca.

CATANIA

Decreto di sequestro di una ditta individuale, quattro immobili, tre automezzi e somme di denaro

Su delega della Procura Distrettuale personale della Dia di Catania, diretta da Renato Panvino, ha sequestrato beni per 300mila euro a Francesco Cambria, 34 anni, ritenuto vicino al clan Cappello-Bonaccorsi. E’ il figlio di Andrea Cambria, ritenuto organico alla cosca Cappello, nei confronti al quale nell’ottobre 2017 la Dia ha sequestrato autoveicoli e denaro per circa 200 mila euro.

Francesco Cambria è stato arrestato nel 2003 per tentata rapina e nel 2010 per reati in materia di sostanze stupefacenti. Nello stesso anno, mentre era agli arresti domiciliari, veniva colto ed arrestato in flagranza per lo stesso reato e successivamente condannato a due anni di reclusione. Nel 2003 e nel 2012 è stato sottoposto all’Avviso Orale da parte del Questore.

L’esito della complessa e articolata attività svolta dalla Dia di Catania è stato condiviso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale che ha emesso il decreto di sequestro di una ditta individuale, quattro immobili, tre automezzi e somme di denaro per un valore complessivamente stimato in circa 300 mila euro.

8 giugno 2018

Articoli Consigliati

Top