Ti trovi qui
Home > Apertura > Agrigento, incidente stradale: morti madre e figlio, grave l’altra figlia

Agrigento, incidente stradale: morti madre e figlio, grave l’altra figlia

Volo di 30 metri da un viadotto nell’agrigentino: nello schianto perdono la vita madre e figlio di 4 anni; grave l’altra figlia, 7 anni, a bordo dell’utilitaria trasferita d’urgenza in elisoccorso a Palermo. E’ in prognosi riservata. 

Stava percorrendo a bordo della sua utilitaria e insieme ai due figli piccoli – di 4 e 7 anni -il solito tratto di strada per raggiungere il posto di lavoro, lungo un viadotto di contrada Contuberna alle porte di Santo Stefano Quisquina. Poi la tragedia.

Un volo da circa 30 metri di altezza dopo aver – per cause ancora in fase d’accertamento – sfondato il guard-rail a protezione. Non c’è stato nulla da fare per Maria Stella Traina, 32 anni, impiegata in una clinica privata del paese, e per il piccolo Angelo, 4 anni, il figlio più piccolo della donna che viaggiava nella parte anteriore della macchina. Entrambi sarebbero morti sul colpo. Estratta viva, ma in gravissime condizioni, l’altra figlia – una bambina di 7 anni – che avrebbe riportato diversi traumi e lesioni. La bambina, dopo una corsa in elisoccorso, è ricoverata in prognosi riservata a Palermo.

Sul posto della tragedia agenti della Polizia Locale, dei carabinieri e gli operatori del 118. Presente anche il sindaco di Santo Stefano Quisquina, Francesco Cacciatore, che ha anche proclamato la giornata di lutto nel paese. Maria Stella Traina era, come avviene nei piccoli paesi, conosciuta da tutti e descritta come una gran lavoratrice.

Dopo gli studi a Parma, aveva trovato lavoro presso la clinica Ignazio Accardi del piccolo centro agrigentino. La Procura di Sciacca intanto ha aperto un fascicolo d’inchiesta.

28 maggio 2018

Articoli Consigliati

Top