Ti trovi qui
Home > Apertura > Anas, Innovation Days: a Catania si discute sul futuro della mobilità

Anas, Innovation Days: a Catania si discute sul futuro della mobilità

CATANIA

Mercoledì 16 e giovedì 17 maggio, al Palazzo della Cultura di Catania, due giornate sul futuro della mobilità integrata 

Strade, sicurezza e nuove tecnologie per creare sinergie nella mobilità del futuro. E’ questo il tema del Roadshow di Anas, il viaggio da nord a sud organizzato dall’ente nazionale per le strade in collaborazione con la Polizia di Stato, in occasione del 90esimo anno.

Questa mattina si sono aperti i lavori al Palazzo della Cultura di Catania. Titolo della prima conferenza è “Il futuro della mobilità sostenibile“. Presente anche il presidente della regione Nello Musumeci che ha colto l’occasione per parlare anche di altri temi come la defiscalizzazione i prodotti petroliferi e le prossime richieste al governo nazionale. E’ giusto che alla Sicilia venga data la giusta importanza.

Sempre mercoledì 16 maggio (ore 14.30-18), a Palazzo della Cultura, è programmato il Mobility Camp del Gruppo FS Italiane, un networking tra startup, aziende e istituzioni.

Giovedì 17 maggio, sarà invece dedicato ai workshop con sessioni sulla sostenibilità, tecnologia e mobilità a cui parteciperanno esponenti del mondo accademico e delle più importanti aziende nazionali e internazionali.

Le parole conclusive di Ennio Cascetta, presidente di Anas 

“Per guardare al futuro della nostra Azienda, ai prossimi 90 anni, bisogna avere consapevolezza del passato. L’antenata di Anas nasce nel maggio 1928 come AASS (Azienda Autonoma delle Strade Statali), avviando la trasformazione delle strade del primo Novecento, polverose d’estate e fangose d’inverno, in una rete viaria con pavimentazioni permanenti e segnaletica stradale che, a mano a mano, è diventata la moderna rete stradale nazionale.
Oggi Anas è un’azienda rinnovata grazie a un profondo processo di trasformazione, avviato negli ultimi anni, che ha trovato solida conferma nel piano di investimenti quinquennale da oltre 30 miliardi di euro e nell’integrazione con Gruppo FS Italiane. ”

16 maggio 2018

Articoli Consigliati

Top