Ti trovi qui
Home > Altri Sport > Orizzonte, Virtus Eirene, Amatori: le diverse facce della Sicilia sportiva

Orizzonte, Virtus Eirene, Amatori: le diverse facce della Sicilia sportiva

Le due facce della Sicilia sportiva, da un lato i festeggiamenti per il risultato centrato, dall’altra lo sconforto e la tristezza per aver fallito l’obiettivo finale.

Si rattrista la Sicilia e la Catania della pallanuoto, l’Orizzonte Catania infatti, dopo una stagione che l’ha vista dominare in lungo e in largo sulle rivali, ha perso lo scontro finale contro la Plebiscito Padova, vedendo scivolare il sogno tricolore nell’ultimo e decisivo step soltanto al termine dei tiri di rigore.

Una delusione grande per Arianna Garibotti e compagne, resa più cocente dal percorso a dir poco entusiasmante e a tratti inarrestabile delle ragazze di Martina Miceli, che sognavano di ripetere la tripletta in campo nazionale. Le etnee chiudono la stagione infatti comunque con due titoli, la Fin Cup e la Coppa Italia, a certificare un progetto che l’anno prossimo partirà più forte di prima.

Non va di certo meglio alla Ragusa del Basket, che dopo aver rimesso in piedi la serie contro Schio, spinta dal pubblico del PalaMinardi contro ogni previsione, è costretta a cedere alle venete per 62 a 54, uno scudetto che si aggiunge alla Coppa Italia a completamento di una stagione incredibile. Virtus Eirene che compensa il rammarico con la consapevolezza di aver tenuto a galla fino alla decisiva gara 5 le speranze di un successo avrebbe avuto il gusto dell’impresa.

Chi gioisce nella domenica sportiva siciliana è l’Amatori Catania. Dopo la matematica certezza della promozione in Serie A, tanto attesa e desiderata, è arrivata anche la vittoria nell’ultimo impegno di campionato. Gli etnei allenati da Ezio Vittorio si impongono sulla Polisportiva Paganica con il punteggio di 31 a 24 e chiudono nel migliore dei modi davanti al pubblico di casa, una grande stagione.

Servizio del TG

14 maggio 2018

Articoli Consigliati

Top