Ti trovi qui
Home > Attualità > Eurostat: Sicilia ultima per occupazione femminile

Eurostat: Sicilia ultima per occupazione femminile

La Sicilia scivola di nuovo in fondo alla classifica. I dati Eurostat sull’occupazione nelle regioni europee riferite al 2017 parlano chiaro: l’Isola è all’ultimo posto per occupazione femminile in Europa. La percentuale di donne siciliane tra i 15 e i 64 anni che risulta occupata è appena il 29,2% a fronte del 62,4%. Non va meglio in Campania, Calabria e Puglia che scalano la classifica seguendo la Sicilia mentre soltanto quinta è la Mayotte, regione francese.

Non è certamente migliore la situazione nel resto dell’Italia: le tabelle di Eurostat rivelano che tra il 2016 e il 2017 l’occupazione delle donne è aumentata ma meno rapidamente di quanto è accaduto in Europa.

Particolarmente difficile è la realtà lavorativa delle giovani tra i 25 e i 34 anni nel Sud Italia dove sono meno di tre su 10 le giovani donne occupate. In Italia la media si ferma al 52% a fronte del tasso europeo del 70%.

E la Sicilia torna ai margini della graduatoria se si guarda al tasso di occupazione maschile e femminile, classificandosi soltanto al penultimo posto, seguita a ruota da Calabria e Campania. L’Italia risulta il penultimo paese in Europa per occupazione totale dopo la Grecia, frutto degli squilibri tra Nord e Sud.

Dati allarmanti che a pochi giorni di distanza dalla festa dei lavoratori rivelano quanto il lavoro continui ad essere un obiettivo difficile da raggiungere, soprattutto per le donne.

Servizio del TG

5 maggio 2018

Articoli Consigliati

Top