Ti trovi qui
Home > Altri Sport > La Volley Catania perde e retrocede, il pubblico del PalaCatania “abbraccia” la squadra

La Volley Catania perde e retrocede, il pubblico del PalaCatania “abbraccia” la squadra

Finisce così, con i visi commossi dei protagonisti, atleti che non si sono mai arresi e hanno lottato contro avversari e sfortuna. La Volley Catania perde gara 4 contro la Club Italia Roma e dice addio alla Serie A2, lo fa dopo tre set combattuti e dall’esito negativo, di fronte ad un PalaCatania che per l’occasione si è vestito con abito elegante, 1300 spettatori, tutti in piedi dopo l’ultimo punto ad applaudire con altrettanta commozione la squadra, segno di una piazza che ha dato, può dare e non c’è dubbio, darà ancora tanto a questo sport.

Come a certificare una stagione costellata di problemi e difficoltà, in rifinitura si fa male Danilo De Santis, l’opposto titolare della squadra etnea, infortunio che si è aggiunto a quello dell’altro grande protagonista di questa stagione, l’argentino Finoli. Gli uomini allenati da Puleo non hanno però subito il contraccolpo psicologico, battendosi col coltello tra i denti in un primo set che sembrava sfuggir via subito, ma è stato conquistato dai capitolini solo per 25-23.

Il secondo parziale vede i rossazzurri passare avanti ma subire la rimonta degli azzurrini di Monica Cresta. Bonacic e Spampinato fanno il possibile, ma un attacco a muro chiude le ostilità del set. Ultimo parziale che si gioca sul piano emotivo oltre che del gioco. I romani però sono cinici, non perdono mai il controllo e chiudono 25-20.

La Catania del volley cade ma con onore, testa alta per un gruppo adesso chiamato alla rifondazione, che sia dalla B o dalla stessa A2 (rimane infatti in piedi l’ipotesi ripescaggio).

Servizio del TG

4 maggio 2018

Articoli Consigliati

Top