Ti trovi qui
Home > Apertura > Fiumara d’Arte, Presti parla di ente pubblico e rispetto della legalità

Fiumara d’Arte, Presti parla di ente pubblico e rispetto della legalità

MESSINA

Un giorno di festa nel vedere come quella stessa mafia e le famiglie dei boss che operano nel territorio siano state sconfitte nel tentativo di fare diventare Fiumara d’Arte una vicenda di malaffare e corruzione.
Così Antonio Presti, fondatore Fiumara d’Arte, ha commentato l’inchiesta di estorsione su un appalto per il restauro del museo. Noi oggi lo abbiamo intervistato via skype. Ecco cosa ha detto a proposito del rispetto della legalità da parte delle principali stazioni appaltanti, cioè l’ente pubblico.

21 aprile 2018

Articoli Consigliati

Top