Ti trovi qui
Home > Cronaca > Parte progetto di ricerca nella riserva naturale “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi di Aci Trezza”

Parte progetto di ricerca nella riserva naturale “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi di Aci Trezza”

Università di Catania e Ingv insieme per lo studio del magmatismo antico dell’area etnea

Approfondire lo studio delle prime eruzioni sottomarine che risalgono a circa 500.000 anni fa e che affiorano lungo la costa a nord di Catania, nel golfo di Aci Trezza.  E’ questo il tema previsto dall’accordo di collaborazione sottoscritto nei giorni scorsi dal rettore Francesco Basile dell’Università di Catania e dal prof. Carlo Doglioni, presidente dell’Ingv, Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Una collaborazione scientifica per lo studio del magmatismo antico dell’area etnea, i cui affioramenti sono presenti lungo la costa a nord di Catania, e per la valorizzazione della Riserva naturale integrale “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi”, l’area protetta gestita dal centro di ricerca “Cutgana” dell’Ateneo catanese.

La collaborazione è volta ad approfondire la conoscenza di una fase importante e poco studiata dell’attività dell’Etna e per valorizzare la riserva naturale di Aci Trezza che – oltre al pregio paesaggistico, botanico, faunistico, storico e culturale – nel 2016 è stata inserita nell’elenco dei geositi della Regione Siciliana con la denominazione “Vulcaniti dell’Arcipelago dei Ciclopi ed Aci”.

La riserva naturale rappresenta un “bene” geologico, costituito dagli imponenti basalti colonnari affioranti all’Isola Lachea e ai Faraglioni dei Ciclopi, che per elevato interesse scientifico, pregio e rarità, sarà valorizzato, conservato e tutelato grazie all’accordo che prevede, nell’ambito dell’accordo triennale tra l’Ateneo di Catania e l’Ingv, la realizzazione di studi e ricerche sul sito di Aci Trezza e l’organizzazione di eventi su temi scientifici. Prevista anche l’attivazione di contratti per l’attività di ricerca, borse di studio, assegni di ricerca, corsi di formazione, master, dottorati e stage.

Responsabili scientifici dell’accordo il prof. Giovanni Signorello dell’Università di Catania (direttore del Cutgana) e la dott.ssa Rosa Anna Corsaro dell’Ingv.

 28 marzo 2018

Articoli Consigliati

Top