Ti trovi qui
Home > Lega PRO > La sagra dello spreco: tra Lecce e Catania nulla è cambiato, testa al prossimo step

La sagra dello spreco: tra Lecce e Catania nulla è cambiato, testa al prossimo step

Campionato finito, sì anzi no. Il Lecce non va oltre il 2-2 nel posticipo della 31esima giornata di campionato e aumenta, considerevolmente la dose di rammarico del Catania per il pari maturato a Bisceglie, più che un pareggio una vittoria sfumata che col senno del poi avrebbe proiettato il Catania a 5 punti dalla vetta.

Il risultato del Gustavo Ventura fa ancora rumore e porta con sé dichiarazioni di un certo peso. Non quelle dei giocatori etnei, che nel post partita non hanno rilasciato dichiarazioni quanto quelle altrettanto importanti dell’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, che ha definito ai microfoni di Ultima Tv «inammissibile e assurda la condotta del direttore di gara» reo secondo il dirigente rossazzurro di aver inciso negativamente sul risultato finale.

Bisceglie è il passato, i rossazzurri oggi in campo a Torre del Grifo, non possono permettersi soste e guardano già alla gara di domenica, quando il Catania tornerà al Massimino per il turno numero 32 e affronterà la Paganese, squadra fortemente invischiata per la salvezza e reduce dal KO interno messo a segno dal Siracusa. Fischio della partita affidato ad Andrea Mei della sezione di Pesaro.

Servizio del TG

23 marzo 2018

Articoli Consigliati

Top