Ti trovi qui
Home > Cronaca > Agrigento, pronto il progetto preliminare per salvare il Duomo

Agrigento, pronto il progetto preliminare per salvare il Duomo

PALERMO

Una buona notizia per il Duomo di Agrigento: è stato approvato il progetto preliminare per il consolidamento del Colle di San Gerlando. A predisporlo è la struttura del Commissario straordinario per la mitigazione del rischio idrogeologico in Sicilia, guidata dal presidente della Regione, Nello Musumeci. che dichiara: “Le opere previste, del valore di circa 17 milioni di euro, permetteranno di intervenire sulla collina ed eliminare i diversi cedimenti che, negli anni, hanno interessato il duomo”.

Dopo l’iniziale chiusura, nel febbraio del 2011, della navata nord della Cattedrale dedicata a San Gerlando, si è deciso di chiudere al pubblico l’intero edificio per avviare la messa in sicurezza, attraverso un progetto, commissionato dall’Arcidiocesi di Agrigento e dall’ufficio beni culturali della Regione Sicilia, per una cifra complessiva di un milione e mezzo di euro. Lavori, però, non ancora realizzati, non per mancanza di fondi ma per problemi burocratici che interessano la stabilità della collina.

Nel contempo è stata finanziata anche, con 1,893 milioni di euro la progettazione esecutiva cantierabile il cui bando verrà pubblicato dall’assessorato regionale Territorio e Ambiente. La scadenza per la presentazione delle offerte è prevista entro la fine del mese di aprile. Gli uffici, coordinati dal soggetto attuatore, Maurizio Croce, ipotizzano che la progettazione esecutiva possa essere acquisita e approvata entro la fine del 2018. Le opere previste, del valore di circa 17 milioni di euro, permetteranno di intervenire sulla collina ed eliminare i diversi cedimenti che, negli anni, hanno interessato la Cattedrale di San Gerlando, causando anche la chiusura parziale della chiesa”.

“Da tempo, forse troppo – afferma il presidente Musumeci – si discuteva di intervenire per salvare il monumento fatto edificare dai Normanni nell’undicesimo secolo. Adesso finalmente ci siamo. Il primo passo è compiuto e per questo un ringraziamento va all’assessore del Territorio e ambiente, Toto Cordaro, alla struttura commissariale e al Genio Civile di Agrigento che hanno redatto il progetto preliminare. Questo governo continuerà a seguire, con grande attenzione, anche gli ulteriori step del programma, affinché, quanto prima, il Duomo possa essere restituito, nella sua interezza, a fedeli e turisti di tutto il mondo”.

01, marzo, 2018

Articoli Consigliati

Top