Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Siracusa: difficoltà economiche e poco sostegno, Cutrufo medita l’addio

Siracusa: difficoltà economiche e poco sostegno, Cutrufo medita l’addio

Le difficoltà economiche, le presunte irregolarità amministrative, un progetto sportivo sostenuto da pochi nonostante i grandi passi in avanti degli ultimi anni.

Le strade di Gaetano Cutrufo e del Siracusa potrebbero presto separarsi. L’allarme è stato lanciato dallo stesso numero 1 della società aretusea in tempi non sospetti, ma è tornato con forza negli ultimi giorni, con una nota apparsa sul sito ufficiale del club siciliano, dove Cutrufo precisa la questione relativa al versamento degli stipendi ai tesserati (per cui rimane ancora il rischio di una penalizzazione in classifica) ma soprattutto sbotta contro “il catastrofismo di una parte della città che – si legge nel comunicato – ignora le sorti della squadra”.

Un amore, quello tra la città e Cutrufo, che nei 5 anni fin qui trascorsi non è mai del tutto sbocciato. L’ipotesi di fallimento non è mai stata un’ipotesi per il Siracusa, ha sempre chiarito Cutrufo, ma l’entusiasmo sta pian piano svanendo e dopo un quinquennio più che positivo (lo testimoniano i risultati) sul futuro della guida degli azzurri incombe un punto interrogativo.

La possibilità di lasciare è dunque concreta, a sostegno di questa opzione lo stesso Cutrufo aggiunge: “Valuto seriamente la possibilità di lasciare. Ho già iniziato ad avere qualche colloquio per cedere la società, mi farò da parte solo se avrò trovato qualcuno”. Dichiarazioni forti (rilasciate a Goalsicilia.it) che danno prova di una crepa, forse insanabile, tra il presidente e la piazza aretusea. Con una seconda metà di stagione ancora in corso e le ambizioni forti di un piazzamento ai play-off, il futuro del Siracusa, quantomeno per i piani alti, è tutt’altro che delineato.

 

10 gennaio 2018

Articoli Consigliati

Top