Ti trovi qui
Home > Cronaca > Palermo: pesce privo di tracciabilità, sequestrati 570 kg

Palermo: pesce privo di tracciabilità, sequestrati 570 kg

PALERMO

Sono ben 570 i chili di pesce sequestrato nei mercati di ”Ballarò” e del ”Capo” a Palermo. Il sequestro è stato eseguito dalla polizia e dalla guardia costiera dopo che la capitaneria di porto aveva riscontrato varie irregolarità nella tracciabilità e la violazione di varie normative sul pescato. Dalle indagini è emerso come una pescheria nel mercato del ”Capo” fosse totalmente abusiva e priva di autorizzazione, attività pertanto chiusa e messa sotto sequestro mentre al commerciante è stata inflitta una sanzione di 3098 euro. A Ballarò, invece, un’altra pescheria è stata sequestrata dopo aver scoperto un allaccio abusivo alla rete pubblica. Le sanzioni amministrative inflitte ammontano ad un totale di 38 mila euro.

14 dicembre 2017

Articoli Consigliati

Top