Ti trovi qui
Home > Cronaca > Seviziava e sequestrava convivente disabile e incinta

Seviziava e sequestrava convivente disabile e incinta

CATANIA

Spegneva anche le sigarette sulle sue braccia. La seviziava nonostante fosse incinta e disabile. I due si sono conosciuti su facebook lo scorso anno. Lei 20 anni si è innamorata perdutamente di un ragazzo di 23 con il quale è andata a vivere poco dopo. Così è iniziato il suo incubo. Si è allontanata dalla sua famiglia, è rimasta incinta e lui ha iniziato a picchiarla e maltrattarla. Una pressione psicologica che è sfociata spesso in frasi del tipo “se mi lasci ti toglieranno il bambino e non lo rivedrai mai più”.

Scorrevano in questo modo le sue giornate sino a quando la vittima ha deciso di denunciare il suo convivente ad ottobre scorso. Ai carabinieri ha raccontato che quando il suo compagno andava a lavorare lei era costretta a rimanere chiusa in casa, senza alcuna possibilità di uscire.

In diverse occasioni i genitori della ventenne hanno provato a sottrarla alla violenza del convivente ma tutti i tentativi sono falliti perché il 23enne sotto minaccia di gravi ritorsioni è riuscito sempre a riportarla a casa. Dopo la denuncia sono scattate le indagini degli investigatori e i carabinieri hanno arrestato a Catania il ragazzo eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia. E così è finito un incubo.

Articoli Consigliati

Top