Ti trovi qui
Home > Cronaca > Rapina ad un sacerdote di Palermo, arrestato l’ultimo complice

Rapina ad un sacerdote di Palermo, arrestato l’ultimo complice

PALERMO

Rapinarono e aggredirono un sacerdote, oggi si trovano in carcere. Caviglia Giovanni, Ben Lazrag Sami e Bondì Nicolò sono stati arrestati dalla Polizia di Palermo con l’accusa di rapina aggravata in concorso per i fatti risalenti al 27 dicembre scorso. I tre all’epoca dei fatti entrarono a volto coperto nell’abitazione di Miguel Pertini, parroco della Chiesa di San Filippo Neri di Palermo, dopo aver sfondato la porta della canonica con un piede di porco. Al primo piano furono poi sorpresi dai genitori del sacerdote, i quali finirono per essere malmenati e derubati. Il sacerdote, quindi, sentendo le urla si precipitò sul posto venendo anch’egli malmenato dai malviventi che quindi si diedero alla fuga. Il bottino della rapina fu di 150 euro, 5000 pesos argentini, un notebook, una fede e una catenina.

Nonostante gli uomini fossero a volto coperto, però, la Squadra Mobile di Palermo è riuscita a identificarli arrestandone inizialmente due: Caviglia e Ben Lazrag. Il terzo complice, Bondì Nicolò, è stato infine arrestato dopo esser stato trovato in una villetta nel palermitano dove si era rifugiato per sfuggire alle autorità. L’arresto è avvenuto nella tarda serata di ieri con un blitz dei poliziotti che hanno circondato l’abitazione.

23 novembre 2017

tabernacolo

 

Articoli Consigliati

Top