Ti trovi qui
Home > Cronaca > Morto (era malato) il boss ergastolano Lipari. Era ai domicialiari

Morto (era malato) il boss ergastolano Lipari. Era ai domicialiari

PALERMO

Il boss mafioso ergastolano Giovani Lipari, 89 anni, è morto nella sua abitazione dove si trovava ai domiciliari per gravi motivi di malattia, giovedì scorso lo stesso giorno in cui è morto il padrino corleonese Totò Riina. Lipari, nonostante l’età avanzata fino a una decina d’anni fa contava ancora ed era uno dei capi del mandamento di Porta Nuova. Nel 2010 nell’ambito dell’operazione Perseo venne condannato a 17 anni e 4 mesi di carcere. Lipari è stato condannato all’ergastolo anche per l’omicidio del cantante neomelodico Pino Marchese colpevole, per Cosa nostra, di aver insidiato una donna sposata, Giuseppina Lucchese sorella del killer mafioso Giuseppe.

21 novembre 2017

Articoli Consigliati

Top