Ti trovi qui
Home > Lega PRO > L’Akragas crolla sotto i colpi dell’Andria, al De Simone un pesante KO (1-5)

L’Akragas crolla sotto i colpi dell’Andria, al De Simone un pesante KO (1-5)

Un momento buio, una crisi nerissima. Contro l’Andria, avversaria diretta alla salvezza, l’Akragas crolla e rimedia il quinto Ko di fila. I siciliani partono bene ma nella ripresa si sgretolano, subendo 5 reti dall’unica squadra fino a quel momento a secco di vittorie in campionato.

I Giganti, disposti da Raffaele Di Napoli con il 3-5-2, poco possono contro i pugliesi, padroni del campo e protagonisti di tutte le palle gol. Vono ci mette la pezza in più occasioni ma poco dopo la mezz’ora non può nulla sul preciso piazzato dai 25 metri di Curcio, gioiello che porta i pugliesi in vantaggio.

Una reazione, anche se timida, viene mostrata dagli akragantini a inizio ripresa, Salvemini prova a lanciare il contropiede, ma dalle parti di Maurantonio non ci sono minacce significative. Poi in seguito ad un contatto in area di rigore il tecnico siciliano viene allontanato dall’arbitro. Esce Di Napoli e con lui scompare dal campo l’Akragas.

Eroe di giornata per gli ospiti è l’attaccante Michele Scaringella. Il classe 1995 sigilla la vittoria della Fidelis siglando, nel giro di 6 minuti, tre reti e tramortendo di fatto ogni speranza di rimonta per i biancoazzurri. Uno stacco di testa, un facile tap-in a portiere battuto ed un gol in velocità per sugellare il suo impatto in partita.

L’Akragas non c’è più, e a poco se non per le statistiche serve il gol di Salvemini nel recupero. Al De Simone prima del fischio finale segna anche Manel per un passivo che si fa pesante e forse ingeneroso. L’Andria vince la sua prima gara stagionale, i siciliani sprofondano da soli in coda al girone C.

18 novembre 2017

Articoli Consigliati

Top