Ti trovi qui
Home > Cronaca > Aveva commissionato l’omicidio di Borsellino e Falcone: muore ad 87 anni Totò Riina

Aveva commissionato l’omicidio di Borsellino e Falcone: muore ad 87 anni Totò Riina


PARMA. Sono le 3:37 della notte quando Totò Riina, storico boss mafioso condannato a scontare l’ergastolo, non sopravvive al secondo intervento chirurgico a cui è sottoposto nell’arco di pochissimo tempo. Il “capo dei capi” aveva addosso una pena di 26 ergastoli e non aveva mai dato segno di pentimento anzi, all’occasione, non mancava di vantarsi delle proprie malefatte come fece con un co-detenuto parlando dell’omicidio di Falcone. Uomo irredimibile, anche all’età avanzata di 87 anni veniva considerato ancora il capo di Cosa Nostra e negli anni ’90 era stato l’artefice della guerra allo Stato. La sorella del magistrato ucciso dalla mafia nel ’92, Maria Falcone, parla così sulla dipartita del boss: «Non gioisco ma nemmeno perdono.». Sulla morte del capo di Cosa Nostra si è espressa anche Rosy Bindi che avrebbe sostenuto come la morte di Riina non significhi la morte della mafia siciliana. Il figlio di Riina, che ha scontato una pena di 8 anni e 10 mesi per associazione mafiosa, nel giorno del compleanno del padre avvenuto ieri, gli ha dedicato un post di auguri su Facebook:«Per me non sei Totò Riina, sei mio papà.” Oggi il mandante della strage di Capaci porta con se nella tomba i segreti della mafia siciliana, organizzazione criminale di cui rimarrà simbolo principale. Nelle ultime ore di vita di Totò “u curto” è stata autorizzata dal ministro Orlando alla famiglia una visita per stargli vicino. La notizia della sua morte ha avuto proporzioni mondiali visto che hanno parlato le più famose testate giornalistiche internazionali.

17 novembre 2017

Articoli Consigliati

Top