Ti trovi qui
Home > Apertura > Si complica la posizione di Capuana: abusi sessuali per oltre 20 anni

Si complica la posizione di Capuana: abusi sessuali per oltre 20 anni

CATANIA

Si complica sempre più la posizione di Pietro Capuana, capo della comunità religiosa Cultura e Ambiente di Aci Bonaccorsi arrestato nell’agosto scorso, perché accusato di abusi sessuali su minori e plagio insieme ad alcune adepte complici.

Un’inchiesta dai risvolti crudeli quella dei “12 apostoli”, questo il nome dell’operazione condotta dalla Polizia postale di Catania, che ha portato alla luce un sistema di abusi organizzato da insospettabili membri della comunità religiosa.

Al centro dello scandalo c’è lui, il Santone, Pietro Capuana, bancario di 73 anni in pensione, accusato d’aver sfruttato il suo presunto ‘carisma’ per piegare ai propri desideri bambine di 11 anni.

Oggi si è tenuto l’incidente probatorio. 5 le donne che sono state ascoltate dal Pubblico ministero e che hanno raccontato con dettagli minuziosi, gli abusi reiterati subiti. Tutti episodi datati nel tempo. Anche di 20 anni. E per questo, caduti in prescrizione.

Una delle donne, poco più che quarant’enne, ha raccontato d’aver subito molestie per oltre 20 anni, senza mai dire nulla. Una violenza reiterata.

Come accaduto per il primo incidente probatorio, anche questa volta le porte dell’aula sono rimaste chiuse.

Gli atti dell’inchiesta ora sono nuovamente nelle mani del Pubblico ministero.

14 novembre 2017

 

 

Articoli Consigliati

Top