Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Catania, Lucarelli si arrabbia e arriva il pokerissimo

Catania, Lucarelli si arrabbia e arriva il pokerissimo

Primo tempo in chiaro scuro, ripresa sugli scudi e il Catania cala il pokerissimo a Pagani. Alla fine Lucarelli dirà di non essere contento perché avrebbe voluto maggiore cattiveria da parte dei rossazzurri.

Il tecnico sceglie il 4 3 3 con Di grazia e Russotto ai lati di Curiale. Tedeschi parte dalla panchina. Ritorna Lodi in mezzo al campo. La prima occasione è per la Paganese, con Regolanti che chiama all’intervento Pisseri. Il Catania, in avvio, esprime maggiore qualità e risponde creando occasioni. Rossazzurri veloci nonostante il campo pesante. Non arriva però il gol e la difesa concede qualcosa. Come in occasione della rete del vantaggio campano. Punizione, pallone che si impenna e colpo di testa di Piana. Pisseri risponde non al meglio. Regolanti mette dentro la palla dell’1-0. Il Catania subisce per qualche minuto, poi va vicinissimo al pareggio con Curiale che di testa sfiora il palo alla sinistra di Galli. Lucarelli scuote i suoi nell’intervallo e il Catania torna in campo con una mentalità vincente. Di Grazia mostra subito la sua grande qualità con una rete che ricorda quella di celebrati campioni. Tiro a giro e palla nel sette: 1-1. Al sessantesimo Lucarelli mette dentro Mazzarani, Marchese e Ripa che si riveleranno (soprattutto gli ultimi due) decisivi. Un minuto dopo, arriva una tambureggiante azione dei rossazzurri che ci provano con Di Grazia, poi il pallone torna a Marchese che va al tiro cross. Interviene Ripa che ribadisce in rete: primo gol stagionale in campionato e grande voglia di festeggiare. Buone notizie per il Catania, la Paganese non si dà per vinta, Marchese chiede un rigore, ma è Lodi a confezionare la solita punizione gioiello che sembra chiudere l’incontro. Sembra, perché ci pensa il direttore di gara a concedere un penalty che appare inesistente alla Paganese. Scarpa nonostante l’intervento di Pisseri fa 2-3. Aya, involontario protagonista del rigore per i campani, sfrutta un altro cross di Marchese per il 2-4. Poi è Lodi a confezionare la cinquina su altro rigore generoso. 5-2. Il Catania ha segnato 9 gol nelle ultime due partite, ne aveva fatti 13 nelle prime 10. Un’inversione di tendenza, forse casuale, ma che ribadisce come il gruppo sia valido se molti di questi gol arrivano anche dai giocatori subentrati. Domenica al Massimino arriva il Catanzaro vittorioso oggi col Monopoli.

Articoli Consigliati

Top