Ti trovi qui
Home > Apertura > Ancora morti sul lavoro: perdono la vita due operai a Naro

Ancora morti sul lavoro: perdono la vita due operai a Naro

Sono morti due operai precipitati all’interno della cisterna del “sovrappieno” della diga Furore di Naro (Agrigento). Il nucleo “Saf” dei vigili del fuoco è riuscito ad individuarli ed è stato fatto scendere, attraverso una scala, anche un medico che ha accertato il decesso dei due lavoratori. Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Agrigento ha autorizzato il recupero delle salme. I due operai morti sono Francesco Gallo, 50 anni, di Naro (Agrigento) e Gaetano Cammilleri, 55 anni, di Favara (Agrigento). I vigili del fuoco sono riusciti a recuperare le due salme finite dentro la vasca di sovrappieno della diga Furore. A quanto pare – stando alle indiscrezioni che filtrano in questa prima fase investigativa – si sarebbe rotta la catena che teneva il cestello sul quale stavano lavorando gli operai che sono, dunque, precipitati di sotto.

“Non si può morire di lavoro, chi ha delle responsabilità deve pagare. Sono vicino ai familiari, sapendo che nessuna parola potrà lenire il loro dolore. Nominerò immediatamente una commissione regionale di inchiesta per accertare le responsabilità. Giustizia deve essere fatta”. Lo dice il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta.

“Non esistono ‘tragiche fatalità’: dietro ogni morte sul lavoro ci sono precise inosservanze degli obblighi di sicurezza. Questa volta il datore di lavoro è un soggetto pubblico, la Regione, per cui ancora più grave ed urgente diventa accertare omissioni e responsabilità. Le dighe siciliane da troppo tempo sono in stato di abbandono, il personale insufficiente, così come scarsi gli investimenti in manutenzione e sicurezza complessiva. C’è anche un deficit di controlli e di sanzioni da parte dell’apparato dello Stato e della Regione, spesso senza mezzi e uomini. Ma questa ‘mattanza’ deve finire: 3 morti al giorno sono un sacrificio umano non sopportabile”. Lo dice Massimo Raso, segretario della Cgil di Agrigento, che esprime il cordoglio del sindacato ai familiari dei due operai morti a Naro, Francesco Gallo e Gaetano Cammilleri.

Articoli Consigliati

Top