Ti trovi qui
Home > Apertura > Autista dell’Amt aggredito all’interno del bus. Bianco: «Vile gesto, di inaudita gravità»

Autista dell’Amt aggredito all’interno del bus. Bianco: «Vile gesto, di inaudita gravità»

CATANIA

Nuova aggressione al personale dell’Amt. E’ accaduto nella serata di sabato. Il luogo? Il piazzale Falcone Borsellino. Intanto al Corpo della Polizia municipale etnea, oggi sono state consegnate 14 nuove vetture (di un lotto complessivo di 26) che contribuiranno a pattugliare meglio la città

«Un’altra vile aggressione, fuori da qualsiasi logica, che ha avuto come vittime persone che compivano il loro dovere. Un atto, anche se commesso questa volta da una persona evidentemente instabile di mente, di una gravità inaudita di per sé ma anche perché giunge a pochi giorni dalla criminale aggressione all’ispettore Licari.
«Gli autisti dell’Amt, come i Vigili urbani, come altri operatori della pubblica amministrazione, sono spesso la frontiera avanzata delle istituzioni, impegnati sia per fare rispettare le norme sia per offrire servizi alla cittadinanza. Questi inaccettabili episodi devono fare riflettere su come sia necessario l’impegno, la collaborazione e la solidarietà di tutte le forze sane delle città. Non possiamo accettare una tale degenerazione, bisogna attivarsi affinchè non accadano più altri casi analoghi. Siamo vicini ai lavoratori dell’Amt, alle loro famiglie, non solo a parole, ma con l’impegno concreto di un’azione forte e intransigente sia per prevenire questi esecrabili episodi sia per assicurare alla Magistratura, per la giusta ed esemplare punizione, gli idioti criminali che compiono queste vergognose aggressioni. Un plauso va in questo caso alle Forze dell’Ordine che hanno tempestivamente assicurato alla Giustizia l’autore di quest’ultimo atto criminale. Saremo a fianco dell’azienda in tutte le azioni che essa intenderà intraprendere a propria tutela ed a quella dei lavoratori. Se qualcuno pensa di continuare a percorrere la strada della violenza gratuita, dell’intimidazione e della sopraffazione, si sbaglia veramente di grosso: la nostra risposta sarà sempre dura, ferma, consapevole che da essa passa la grande sfida della legalità che è necessario vincere per garantire il buon futuro della nostra città».

Così si pronuncia il sindaco di Catania Enzo Bianco commentando l’aggressione subita da quattro autisti dell’Amt, in piazza Borsellino.

Forse, con la consegna di 14 nuove vetture in dotazione della Polizia municipale (questa mattina alla presenza dell’assessore alla Polizia municipale Marco Consoli, e del comandante dei Vigili urbani Stefano Sorbino) pattugliare e presidiare la città, sarà più agevole.

Si tratta di un primo lotto di dieci Fiat Punto e di quattro Panda che fanno parte di una fornitura complessiva di 26 vetture comprendente anche dei mezzi speciali. Le nuove auto fanno parte del programma di potenziamento della Polizia municipale avviato dall’Amministrazione e che ha condotto all’acquisto di motociclette, scooter, apparati radio portatili e per veicoli, Street control, Etilometri, software gestionali con tablet per la rilevazione degli incidenti stradali e soprattutto di una Centrale operativa dotata di sistema di radio comunicazione digitale Tetra che consente la visualizzazione della cartografia della Città e la localizzazione delle pattuglie.

18 settembre 2017

Articoli Consigliati

Top