Ti trovi qui
Home > Apertura > Bracciante ucciso a Palagonia: Gip convalida l’arresto di Cassaro

Bracciante ucciso a Palagonia: Gip convalida l’arresto di Cassaro

Resta in carcere Luigi Cassaro, l’uomo di 49 anni di Licata fermato da carabinieri di Catania la scorsa settimana perché ritenuto l’autore dell’omicidio del bracciante agricolo Francesco Calcagno avvenuto il 23 agosto a Palagonia. L’uomo, riconosciuto in un video in cui si vede armato di pistola mentre insegue la vittima e che avrebbe lasciato tracce del suo Dna sul posto, si è avvalso della facoltà di non rispondere dinanzi al Gip di Caltagirone, Salvatore Ettore Cavallaro, che ha convalidato il fermo ed emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio. All’interrogatorio era presente il sostituto procuratore Vincenzo Calvagno D’Achille che col procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera hanno disposto il fermo eseguito dai carabinieri. I legali di Cassaro, gli avvocati Calogero Meli e Santo Lucia del foro di Agrigento, hanno anticipato che stanno lavorando alla richiesta di scarcerazione al Tribunale del riesame di Catania.

Articoli Consigliati

Top