Ti trovi qui
Home > Apertura > Orlando non sente ragioni: “Micari unico candidato possibile”

Orlando non sente ragioni: “Micari unico candidato possibile”

“Fabrizio Micari non è il candidato di una presunta telefonata tra Renzi e Alfano. A Palermo stiamo lavorando da mesi a una candidatura civica sull’onda della nostra esperienza in Comune, che vede protagoniste forze che in Regione e in Parlamento sono lontane: chi al governo e chi all’opposizione”. Intervistato da Corriere della Sera e Stampa, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando sostiene una larga coalizione di centrosinistra per le regionali siciliane: “In città la coalizione va da Rifondazione ai centristi di Alfano con un sindaco senza partito, un modello che può vincere anche in regione”. “Il percorso deve essere civico. Noi abbiamo messo sul tavolo alcuni punti programmatici che riguardano la Regione e abbiamo elaborato un documento. Poi abbiamo proposto un candidato civico, Fabrizio Micari. Anche a Palermo si è proceduto così. Chi ci sta, ci sta”, dice Orlando. Sul leader di Ap Angelino Alfano, “se accetta il percorso civico, se accetta i punti programmatici, le porte sono aperte e si va avanti”. “Rivendico il diritto di ogni territorio ad avere il suo governo, a prescindere dagli accordi e dai contrasti nazionali. E rivendico il fatto che queste elezioni non abbiano un valore nazionale”, evidenzia Orlando. “C’è già una bozza di programma comune, e c’è anche un punto fermo sulla giunta Crocetta”, che è “un’esperienza chiusa”. In merito al veto di Mdp e Sinistra su Alfano, “rivolgo loro un appello, anzi un a supplica: sono stati i primi a condividere questo percorso, andiamo avanti per il bene della Sicilia. Non mi interessano gli accordi nazionali tra Pd e Ap”.

Articoli Consigliati

Top