Ti trovi qui
Home > Apertura > Il presidente Lega Pro Gravina in ESCLUSIVA per Ultima Tv: «Sciopero? L’AIC rischia provvedimenti»

Il presidente Lega Pro Gravina in ESCLUSIVA per Ultima Tv: «Sciopero? L’AIC rischia provvedimenti»

«Spero ci sia solo buon senso e grande senso di responsabilità da parte di tutti, altrimenti credo che ci saranno azioni da parte dei presidenti della Lega Pro che non faranno piacere all’Associazione Italiana Calciatori»

Chiaro, pungente e saldo sulla sua posizione. Così il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, intervenuto ai microfoni di Ultima Tv, ha risposto alle domande che poggiano sulla vicenda che si sta trascinando a pochi giorni dal via del nuovo campionato.

Proclamato, anzi sottolineato lo stato di agitazione da parte dell’Assocalciatori. La prima giornata del campionato di Serie C rimane a rischio. Sulla lente d’ingrandimento il problema noto da mesi, ossia la diminuzione del numero degli “over” passati da 16 a 14 ma non solo, permane la necessità tra l’AIC di impegnarsi sulle fideiussioni e stabilire le modalità dei controlli Covisoc.

Condizioni e presupposti ritenuti inaccettabili dal presidente Gravina, che dichiara: «E’ un brutto messaggio quello che emerge da questa situazione. Io rispetto le loro esigenze ma non è pagato con correttezza. Noi non possiamo pensare di sapere la decisione definitiva solo due giorni prima della partenza del campionato. Mi sembra strano che la Lega Pro, soggetto che propone continuamente migliorie regolamentari per ottimizzare al meglio le condizioni economiche e gestionali debba essere poi soggetto ad essere penalizzato».

Dichiarazioni chiare e pungenti, qualora la vicenda culminasse realmente con uno sciopero, potrebbero esserci azioni nei confronti dell’Asso calciatori. Ecco perché Gravina chiede buon senso per evitare un danno che sarebbe incalcolabile.

Il numero 1 della Lega ribadisce programmazione dietro tutte le scelte fin qui ponderate. Dalla controparte, invece, una minaccia che diventa sempre più incombente col passare dei giorni. Una questione che si dilungherà almeno fino a giovedì prossimo, quando si saprà la data di inizio del nuovo campionato di C.

22 agosto 2017

Articoli Consigliati

Top