Ti trovi qui
Home > Cronaca > Cantiere Bernini bloccato, l’appello di Parisi «Subito i lavori di recupero»

Cantiere Bernini bloccato, l’appello di Parisi «Subito i lavori di recupero»

CATANIA

Centosessanta i cantieri bloccati in tutta la Sicilia, di cui almeno una ventina nella sola Catania. Numeri che devono far riflettere perché nel capoluogo etneo, tra opere pubbliche e private ferme da anni, il conto da pagare per la collettività è molto salato: tra i 30 ed i 40 milioni di euro. Un lungo elenco tra impianti sportivi, palazzetti, parchi ed edifici. Uno dei principali simboli di questo spreco sono le cinque palazzine di via Bernini. «In questa poco edificante classifica- afferma Vincenzo Parisi, presidente della commissione al Bilancio- uno degli esempi più rilevanti è l’impianto di Picanello. L’esempio di come la burocrazia ed i lunghissimi iter procedurali possano rappresentare un enorme peso che porta a tutto questo. Dopo anni di inviti, conferenze dei servizi e sedute itineranti- prosegue Parisi le palazzine sono state vendute nel 2016 a due aziende ma, ancora adesso, restano in completo stato di abbandono. Nel giro di un anno nessuno ha mosso un dito. L’impianto potrebbe essere riconvertito in decine di alloggi da destinare alle tante famiglie che, in questo momento, vivono in condizioni economiche precarie e non possono permettersi una sistemazione stabile».  

22 agosto 2017

Articoli Consigliati

Top