Ti trovi qui
Home > Altri Sport > Canalicchio BS, il presidente Selva valuta la stagione:«Annata positiva, guardiamo avanti»

Canalicchio BS, il presidente Selva valuta la stagione:«Annata positiva, guardiamo avanti»

Il Canalicchio guarda già al futuro. Conclusa la stagione a San Benedetto del Tronto, con il settimo posto nel maschile e la seconda piazza nel femminile, la società etnea pensa già alla struttura della prossima stagione da affrontare con l’obiettivo di provare a fare un ulteriore salto di qualità. Nella fase finale, sulla sabbia marchigiana, sono pesate per il Canalicchio le assenze di Maci e di Calmon, che si è infortunato all’adduttore nella tappa di Catanzaro e non è riuscito a recuperare per la Final Eight. Nel femminile, invece, dopo le vittorie nella fase preliminare con Lamezia e Napoli, è arrivata alla finalissima scudetto, cedendo al Lady Terracina, campione d’Italia per il terzo anno di fila. Il presidente Giovanni Selva è già al lavoro per definire gli ultimi dettagli per chiudere la stagione e impostare la programmazione della nuova, dove le sfide tecniche si annunciano affascinanti sia nel femminile, dove è stata centrata la qualificazione all’Euro Winners Cup, che nel maschile, dove l’obiettivo è potenziare il parco stranieri.

«Nel beach soccer per farsi trovare pronti bisogna programmare e lavorare tutto l’anno», ricorda il presidente Giovanni Selva. «Nel maschile abbiamo chiuso al settimo posto, anche se il nostro obiettivo era arrivare tra i primi quattro. Purtroppo, non siamo riusciti nel momento decisivo a fare il salto di qualità per diversi fattori contingenti». La lieta novità è rappresentata dal femminile: «Giocheremo l’Euro Winners Cup e lavoreremo in questi mesi per potenziare il settore e farci trovare pronti».

Il tecnico Mario Giuffrida analizza nel complesso la stagione affrontata per la prima volta su un doppio fronte: «La stagione è stata positiva abbiamo chiuso tra i primi otto, anche se puntavamo a raggiungere le semifinali. Purtroppo nel momento decisivo l’infortunio di Calmon e l’assenza di Maci, che ha giocato solo una tappa a Castellammare. Il rimpianto è infatti non aver potuto giocare la partita contro Pisa a ranghi completi. Nella prossima stagione punteremo a ingaggiare uno straniero di qualità oltre alle riconferme di Duarte e Calmon che proveremo a trattenere». Gli eventi sono stati un tassello importante che hanno ribadito l’attenzione del Canalicchio per il sociale e per i giovani: «Il successo della serata sul femminicidio con ospiti illustri, ci spinge a insistere sulla promozione di determinate tematiche. Contenti anche del successo della Serie B e della vittoria della Meridiana nei Giovanissimi, dove peraltro ha giocato anche mio figlio Maurizio».

19 agosto 2017

Articoli Consigliati

Top