Ti trovi qui
Home > Apertura > Sfiducia per Angelo Cambiano. La Callea: «No al sindaco “antiabusivo”»

Sfiducia per Angelo Cambiano. La Callea: «No al sindaco “antiabusivo”»

AGRIGENTO

Licata. E’ arrivato ieri sera il voto di sfiducia nei confronti del sindaco ‘antiabusivo’ di Licata, Angelo Cambiano, da parte del  Consiglio comunale. Dopo quasi quattro ore di consiglio comunale è  arrivato il decreto di otto no e ventuno sì. I voti cambiano a causa del suo intervento in aula riguardo le demolizioni e chiedendo ad alcuni consiglieri in aula se hanno interessi o se siano coinvolti in questioni di abusivismo edilizio ma viene bruscamente  bloccato dalla Presidente del consiglio comunale Carmelinda Callea, secondo cui, l’argomento “non era all’ordine del giorno”.

Inoltre, avranno influito le sue decisioni nel far abbattere in poco meno di un anno sessantasette case abusive, così come prevede la legge, e per cui un anno fa era stato anche destinatario di un gesto intimidatorio.

L’ex sindaco tiene però a dire che: «Ringrazio quanti hanno creduto in me e mi hanno sostenuto in questi due anni e tutti coloro che hanno lavorato non per la città ma per la sfiducia dal giorno dopo le elezioni: anche loro mi hanno spinto a fare sempre di più.  Auguro a questa città, la mia città, che un giorno possa finalmente avere una politica degna che non sia fatta di vincitori o di vinti ma di persone che sappiano lavorare fianco a fianco per la città mettendosi al servizio della città e non servendosi di essa».

A paragonare su Facebook la vicenda di Cambiano all’ultimo film di Ficarra e Picone, ‘L’ora legale’, è Marco Bartolomeo. Infatti non mancano gli interventi su Twitter dei due registi ed attori nel commentare la vicenda e la sfiducia nei confronti di Cambiano.

Il sostegno arriva anche da parte dei cittadini tramite i post sui rispettivi social network, nei quali esprimono tutto il  loro dispiacere.

Interviene anche Giusi Castrogiovanni, che scrive: «Il tornaconto politico ha vinto sul bene di Licata. Esprimo tutta la mia solidarietà al sindaco e non ho nessun problema a dichiarare che per me angelo cambiano è stato il miglior sindaco di Licata degli ultimi 20 anni. Io non devo rendere conto a nessuno delle mie affermazioni o azioni, non so se chi ha votato la sfiducia può affermare di essere parimenti libero».

Ulteriore commento di Antonio Cammarata, che dice: «Paese di ignoranti e raccomandati. Siamo abusivi e resteremo abusivi. E devo sentir parlare persone che non sanno nemmeno cosa significhi. Grazie di tutto”. Mentre Carmelo Professo dice: “Grazie sindaco, non è colpa sua se molti vogliono rimanere nel 1800».

Paola Giovanni,invece, spiega che: «Adesso tra qualche mese ci saranno le solite pecore in cerca di voti. Fate schifo. Stima per Angelo Cambiano che ha fatto di tutto per migliorare la nostra città».

10 agosto 2017

 

 

 

Articoli Consigliati

Top