Ti trovi qui
Home > Calcio > Palermo: il clima resta caldo intanto Tedino punta la Virtus

Palermo: il clima resta caldo intanto Tedino punta la Virtus

PALERMO

di Roberto Chifari – Che non ci fosse un bel clima a Palermo si era capito già da qualche giorno. Ieri l’incendio dl botteghino di viale del fante, oggi il botta e risposta tra Zamparini e il Giornale di Sicilia reo di aver scritto – secondo il patron – delle falsità sull’indagine in corso. In merito alla vicenda anche l’Assostampa ha preso posizione dichiarando inaccettabili le parole del patron. 

Intanto Tedino prepara la sfida di domenica contro la Virtus Villafranca per il secondo turno di coppa Italia, mentre il direttore sportivo Fabio Lupo lavora per completare la squadra che sta sempre più prendendo i contorni di un enclave polacca. Dopo Cionek, in orsa sono arrivati il centrocampista Murawsaki e l’under Syminzki ed è ad un passo per Dawicdzi. Intanto Bellusci ha firmato un contratto triennale ed è già arruolatile per la prossima gara. 

Poi si penserà a sfoltire in porta e in attacco. Fulginati è andato via, se dovesse arrivare un secondo portiere partirà anche Alastra. 

In attacco invece saluteranno a breve Malele, che piace al Pescara di Zeman, Silva, che però non ha mercato, e Bentivegna che invece piace  a numerosi club di serie B e C.

Capitolo cessione, il nome di Calcio è scomparso dai radar. Ieri sera è spuntato il nome di I.mob pay una società di telecomunicazioni con sede a Londra ma dall’anno palermitano. Sembrerebbe infatti che all’interno ci siano anche alcuni imprenditori siciliani. I-Mob Pay, nel gennaio 2017 ha portato il proprio capitale sociale a 5 milioni di sterline. L’ultima offerta ricevuta (e rifiutata) dal presidente del Palermo, Zamparini, è stata quella di Baccaglini che prevedeva un totale di 70 milioni di euro. 

Difficile pensare che questa strada possa essere quella giusta.

2 agosto 2017

Articoli Consigliati

Top