Ti trovi qui
Home > Apertura > Trenitalia: incremento di 83 milioni di euro per migliorare l’offerta

Trenitalia: incremento di 83 milioni di euro per migliorare l’offerta

Nuove prospettive si aprono per lo sviluppo della rete ferroviaria siciliana e i livelli occupazionali ad essa legati.

E’ stato approvato, infatti, all’Ars l’emendamento per un incremento di 83milioni di euro nel contratto di servizio Trenitalia, che si aggiungono ai 111,5milioni annui stanziati dal Ministero dei Trasporti.

Da qui ne dovrà conseguire la tanto attesa firma del contratto decennale con Trenitalia: un passaggio cruciale per il rilancio del trasporto ferroviario nell’Isola, per il quale si sono battute le organizzazioni sindacali.

Finalmente sarà possibile un incremento di oltre un milione di chilometri treno annui rispetto agli attuali, il che significa in termini pratici un servizio quantitativamente e qualitativamente migliore, per una più efficiente programmazione dei servizi offerti all’utenza.

Inoltre, cosa non meno importante, è stata resa così possibile la salvaguardia di 2mila posti di lavoro tra i ferrovieri e circa 300 nell’indotto.

Secondo la Uiltrasporti Sicilia, per voce del responsabile regionale mobilità, Michele Barresi, si è giunti, così, “ad un passaggio storico, ma adesso – ha dichiarato – attendiamo in tempi brevi,  a seguito della sottoscrizione del contratto, anche le risposte occupazionali che sono state da più parti garantite agli ex lavoratori Servirail e Ferrotel”.

Il riferimento è ai 25 ex cuccettisti che da cinque mesi hanno inscenato la “protesta gentile” con il sit in permanente nella centralissima piazza Cairoli a Messina, dopo aver perso il posto di lavoro e, ormai, tutti i sostegni economici e gli ammortizzatori sociali.

Articoli Consigliati

Top