Ti trovi qui
Home > Apertura > Nuova aggressione al Vittorio: questa volta ai danni di un vigilantes

Nuova aggressione al Vittorio: questa volta ai danni di un vigilantes

 

CATANIA

Il luogo è sempre lo stesso. L’ospedale Vittorio Emanuele di Catania. Solo che questa volta l’aggredito non è un medico, ma una guardia giurata del pronto soccorso dell’ospedale catanese.

L’aggressione sarebbe avvenuta senza un motivo apparente da un uomo che ha procurato al vigilantes delle lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.
L’episodio risale alla scorsa domenica intorno alle 20.30. Nella colluttazione è stata coinvolta anche un’altra guardia giurata intervenuta in aiuto al collega. Per questo secondo vigilantes le lesioni riportate, sono state giudicate guaribili in cinque giorni.

L’aggressore è stato bloccato dalla polizia.  Stando alle dichiarazioni della moglie, l’uomo colpito da ictus di recente, è diventato più suscettibile e più aggressivo del solito.
Una spiegazione che i sindacalisti di categoria, in particolare l’UGL, non possono accettare e per questo chiedono di «rivedere l’intero sistema di accoglienza e vigilanza all’interno dei pronto soccorso di tutta la provincia. Non è più tollerabile che luoghi deputati a soccorrere e salvare vite umane debbano diventare dei veri e propri ring. E’ inaccettabile che l’incolumità di chi lavora in queste strutture sia continuamente compromessa. Chiederemo al prefetto la convocazione urgente di un tavolo per l’ordine pubblico e la sicurezza allargato ai manager delle aziende ospedaliere e alle forze sindacali per affrontare questa situazione».

 

 

Articoli Consigliati

Top