Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Il Messina appeso ad un filo, giorni caldissimi per il futuro

Il Messina appeso ad un filo, giorni caldissimi per il futuro

Dall’entusiasmo e i proclami fino ad arrivare con l’acqua alla gola a pochi giorni dall’iscrizione. Che fosse una situazione particolarmente complessa, a Messina, era risaputo vista anche la precedente infelice era Stracuzzi. Ma i problemi legati all’iscrizione al prossimo campionato dei peloritani (tutt’altro che certa) hanno spiazzato anche i tifosi inizialmente più ottimisti.

Il club giallorosso vive giorni, se non ore, determinanti per il futuro. In assenza di imprenditori e sponsorizzazioni, l’attuale proprietà con a capo il presidente Proto, sta lottando con le unghie e con i denti per permettere al Messina di presentarsi ai nastri di partenza della nuova Serie C.

Cosa c’è di concreto dietro la crisi del Messina? Senza ombra di dubbio pesano le precedenti gestioni, un fardello troppo pesante che hanno lasciato un buco di migliaia di euro che (stando a oggi) neanche le oltre 900 sottoscrizioni dell’abbonamento hanno potuto debellare grazie al richiamo del ritorno al Giovanni Celeste.

La società ha di recente comunicato l’attività amministrativa per l’iscrizione procede senza sosta, ma l’allarme rosso sulla sopravvivenza dell’Acr Messina rimane eccome, dato che entro venerdì va innanzitutto risolta la prima grana, ossia la questione legata alle liberatorie dei calciatori per evitare una penalizzazione in classifica, anche se in questo caso, alcuni dei giocatori hanno dato la propria disponibilità a “spalmarsi” gli ingaggi per far respirare le finanze del club.

Proto predica cautela e spirito di sacrificio, ma per ora si resta nel campo delle ipotesi. Il Messina rimane appeso ad un filo, i tifosi confidano in un miracolo.

27 giugno 2017

Articoli Consigliati

Top