Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Catania, dopo aver rafforzato il centrocampo, si pensa alla difesa

Catania, dopo aver rafforzato il centrocampo, si pensa alla difesa

La stagione scorsa era il reparto che aveva bisogno di ordine e capacità di inserimento. Il centrocampo del Catania è stato ridisegnato con i nuovi acquisti. Francesco Lodi dovrà riuscire ad alimentare i bei ricordi che Catania ha di lui, ma la regia è il suo pane anche se dovrà calarsi nella categoria, cosa non semplice. Caccetta è l’incursore che mancava e i suoi sei gol nella stagione scorsa hanno fatto al differenza in casa Cosenza, potrebbero farla anche a Catania. Tutto poi passa dal campo, ma nelle intenzioni certe lacune sono state colmate.

Adesso si passa alla difesa, il reparto che ha perso più elementi. Servono due centrali e un esterno e Lo Monaco li ha già individuati e bloccati, come annunciato in una recente intervista a itasportpress. Il primo è Alcibiade, ex paganese, andato in gol anche contro il Catania nel girone di ritorno dell’ultima lega pro. Quattro reti in totale per lui, ma soprattutto la propensione a coprire il ruolo di centrale e di esterno di destra, Raffaele Alcibiade è un classe 1990. A breve un nuovo incontro con chi ne segue le vicende professionali. Di altri nomi in difesa ce ne sono molti. Tommaso Coletti è uno di questi: difensore centrale del Foggia a cui è legato contrattualmente. 29 presenze e due reti in questa stagione (nelle immagini quella realizzata contro il Siracusa). Dopo le partenze di Gil e, soprattutto,  Bergamelli il reparto centrale della difesa ha bisogno di rinforzi di valore, così come l’attacco. Lo Monaco vuole il bomber, quello che non è stato Pozzebon in rossazzurro. Per salire in B, serve un attaccante da 15 gol: è caccia aperta.

Articoli Consigliati

Top