Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Le siciliane di C si armano, il prossimo campionato nel mirino

Le siciliane di C si armano, il prossimo campionato nel mirino

Avviso ai naviganti, Il gioco del mercato è appena iniziato e per le squadre siciliane (in Serie C l’anno prossimo ce ne saranno ben 6) si sta iniziando a plasmare l’organico che verrà, tra obiettivi ambiziosi e voglie di riscossa.

Prima di tutto, l’allenatore. E a Catania i dubbi su chi sarà il timoniere sono stati ormai sciolti. Cristiano Lucarelli sottoscriverà a breve il contratto che lo legherà ai piedi dell’Etna per la prossima stagione. Annunciato il tecnico, si penserà ai giocatori. Ieri in serata è arrivata l’ufficialità di Francesco Lodi, che torna in rossazzurro dopo il triennio da sogno vissuto tra il 2011 e il 2014. “Questa maglia è una seconda pelle per me” la dichiarazione del fantasista campano, che ha firmato fino al 2020.

In difesa è fatta anche per l’ex Paganese Alcibiade, mentre a centrocampo è vicinissimo l’acquisto di Cristian Caccetta (6 gol lo scorso anno con il Cosenza) che potrebbe garantire ottime alternative in mezzo al campo. Tanti i profili messi al vaglio dell’ad Lo Monaco. Litteri è il sogno proibito in attacco, e intanto spunta fuori il nome di Riccardo Sottil, classe 99’ messosi in luce nella Primavera della Fiorentina.

Ci spostiamo a Trapani dove, dopo l’addio del tecnico Calori e del dirigente Fabrizio Salvatori, rivoluziona il comparto dirigenziale. Per il ruolo di ds il nome giusto è quello dell’ex Alessandria Giuseppe Magalini.

A Messina la proprietà è già stata rinnovata da tempo ma di mercato e allenatore, dopo l’addio di Lucarelli, ancora non se ne parla. Priorità viene data all’iscrizione al prossimo campionato, e su questo fronte la Curva Sud ha voluto fare un appello alla città intera per dare un contributo che possa rilanciare i giallorossi. Capitolo Celeste, tra Proto e Accorinti c’è un accordo anche per il futuro, purchè vengano rispettati tutti gli adempimenti normativi.

Questione allenatore che si ripresenta, in modo speculare, a Siracusa e Agrigento. Se gli azzurri si sono separati ufficialmente da Andrea Sottil per il quale ci sono diverse offerte dalla B, l’Akragas potrebbe essere ancora condotto da Raffaele Di Napoli, al quale è stato offerto un biennale. La Leonzio pensa in grande e a ore potrebbe annunciare Pino Rigoli. Dopo la guida tecnica è lecito aspettarsi colpi di categoria, mentre a Lentini si sta facendo il possibile per rendere l’Angelino Nobile a norma entro l’inizio del campionato.

14 giugno 2017

Articoli Consigliati

Top