Ti trovi qui
Home > Cronaca > Il tour estivo di Carmen Consoli: «A Catania apri un “putticato” e si apre la storia»

Il tour estivo di Carmen Consoli: «A Catania apri un “putticato” e si apre la storia»

La scelta non è stata casuale. Voleva iniziare il suo tour da casa e voleva farlo in un luogo nascosto, “ammucciato” come lo definisce in tipico dialetto siciliano. La cantantessa Carmen Consoli che ieri sera ha suonato per l’ultima data del suo tour catanese al teatro Greco Romano di Catania ha regalato uno spettacolo che ha lasciato senza fiato. Perché Carmen Consoli è rimasta sempre la stessa, la Carmen che si diverte a scherzare con il suo pubblico, a lasciarsi andare a un dialogo siciliano per creare quel legame che non si è mai spezzato con la sua terra.

«Suonare a casa propria è un’emozione tripla ed è bello poterlo fare proprio dietro casa. La notte torni a casa, dalla tua famiglia e puoi raccontare tutte le emozioni che hai vissuto regalando uno spettacolo ai tuoi concittadini».

E la Sicilia, in particolare Catania, che porta sempre nel cuore.

«Catania ha questo grande privilegio, apri una porta, un “putticato” e ti si apre la storia. Trovi degli angoli nascosti meravigliosi e questo è un gesto che fa capire il valore della cultura, del patrimonio culturale che esiste in una città e che può generare una risorsa economica».

Le luci si sono spente. Sul palco, immortalati come in un quadro, c’è Carmen e la sua band, i solisti del Bellini, il pubblico e le rovine del teatro che si armonizzano alle parole delle sue canzoni. Carmen ha salutato la sua Catania per continuare il suo tour e pensa al futuro. «Magari riuscirò a fare un disco che entrerà nella storia della musica italiana».

 

 

 

 

Articoli Consigliati

Top