Ti trovi qui
Home > Cronaca > Scoperti centri scommesse illegali nel Messinese: 8 i denunciati

Scoperti centri scommesse illegali nel Messinese: 8 i denunciati

MESSINA

Barcellona Pozzo di Gotto. E’ stata denominata “Gioco sporco”, l’operazione portata a termine dalla Guardia di Finanza di Barcellona Pozzo di Gotto che ha consentito di svelare l’attività illegale di alcune sale da biliardo, internet point o circoli culturali.

Grazie all’ausilio tecnico di funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Messina, i finanzieri hanno individuato 6 sale scommesse clandestine, che consentivano giocate tramite apparati elettronici completamente sconosciuti al Fisco.

A carico dei titolari di 6 di queste sale scommesse, sulla base dell’analisi delle postazioni di gioco e delle numerose ricevute occultate tra i rifiuti o dietro i banconi, sono stati acquisiti significativi elementi indiziari che testimonierebbero pure la raccolta abusiva di denaro.

Dai controlli è emerso che i due responsabili si sarebbero interposti tra la clientela e il sistema di puntata, utilizzando conti di gioco personali, col fine di raccogliere le puntate elaborate dagli scommettitori nelle postazioni “periferiche”, che venivano trasmesse, per il successivo pagamento, a una postazione centrale, presso cui veniva anche stampata la ricevuta di gioco.

Quattro le persone denunciate alla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto per esercizio abusivo di gioco e scommesse, reato che prevede la pena della reclusione da 6 mesi a 3 anni, e per esercizio di giochi d’azzardo, violazione per la quale le leggi in vigore contemplano l’arresto da tre mesi fino a un anno.

Per altre quattro persone invece, sono scattate sanzioni amministrative pecuniarie per quasi 100mila euro, per aver consentito l’uso di apparecchi da intrattenimento illegali e per aver messo a disposizione dei clienti apparecchiature di gioco connesse a bookmakers stranieri privi di concessioni.

Sono state sequestrate 12 postazioni di scommesse, complete di sei stampanti, centinaia di ricevute di gioco, 2 videopoker con relativo apparecchio “eroga gettoni/raccogli denaro” e anche due apparecchi elettronici da intrattenimento illegali, con funzionamento a led rotanti.

31 maggio 2017

 

Articoli Consigliati

Top