Ti trovi qui
Home > Apertura > Arrestata banda: tra gli indagati anche un impiegato di banca

Arrestata banda: tra gli indagati anche un impiegato di banca

MESSINA

Barcellona Pozzo di Gotto – Una banda altamente specializzata con un sistema di esecutori e basisti che comprendeva pure un impiegato di banca e guardie giurate. Informazioni e notizie che arrivano quasi in tempo reale e che consentiva al gruppo di scegliere accuratamente il luogo dove colpire. Sulle loro tracce, però, c’era la polizia da mesi che dopo segnalazioni, indagini e intercettazioni ambientali ha fatto scattare il blitz. Così in manette sono finite sei persone, due delle quali già detenute, accusate di tentata rapina aggravata, lesioni personali aggravate, porto illegale di arma e rapina aggravata. Si tratta di Vincenzo Nunnari, 60 anni, Salvatore Di Paola, 19 anni, Giovanni Cortese, 43 anni, delle guardie giurate Rosario Mazza, 62 anni, e Antonio Mascarese, 46 anni, dell’impiegato di banca Mirko Silvestri, 34 anni. Secondo la quadra mobile di Messina sarebbero loro esecutori e basisti della tentata rapina a un portavalori a Milazzo nel dicembre scorso, sfociata in un conflitto a fuoco tra malviventi e guardie giurate, e della rapina in un istituto di credito di Barcellona Pozzo di Gotto il cui bottino ammonta ad oltre 400mila euro. L’indagine è partita dal tentativo di rapina commesso l’uno dicembre 2016, presso la biglietteria degli aliscafi Liberty Lines di Milazzo, dove tre individui col volto coperto e armati di pistola hanno aggredito due guardie giurate che trasportavano il denaro custodito in uno zaino e in un trolley. Dalle indagini gli inquirenti hanno capito che i rapinatori conoscevano tutti gli spostamenti del furgone portavalori sul quale viaggiavano le due guardie giurate . Le intercettazioni hanno così permesso di individuare i basisti, Rosario Mazza e Antonio Mascarese. 

31 maggio 2017

Articoli Consigliati

Top