Ti trovi qui
Home > Apertura > Evaporato l’allure di Taormina: clima surreale, in attesa del grande summit

Evaporato l’allure di Taormina: clima surreale, in attesa del grande summit

MESSINA

Lunghe code per i residenti “blindati” in attesa dei Potenti a Taormina per il summit internazionale. Il primo cittadino Eligio Giardina si rivolge ai taorminesi: «Il G7 porterà disagi nell’immediato presente ma sarà un evento epocale. Chiedo a tutti di avere pazienza, i sacrifici saranno ripagati dal ritorno turistico e di immagine».  Taormina, con la sua Isola Bella incastonata tra il mare che luccica al sole e le piante fucsia di boungaville, vera perla del Mediterrano citata da Goethe e da Guy de Maupassant, è la destinazione turistica in Sicilia, per antonomasia… ma tornerà ad esserlo tra qualche giorno!

Taormina. Il G7 non è solo incontri tra i “grandi della terra”, le cene, gli abiti delle first lady, è anche la quotidianità di chi lì, nel Comune dell’Isola Bella, ci vive. Tutto l’anno.
Tutto pronto per accogliere il vertice internazionale in programma venerdì 26 e sabato 27.  Chiusi tutti i cantieri. Dalla mezzanotte off-limits anche la zona portuale di Schisò, a Giardini Naxos. Ma non mancano i disagi per le code al metal detector. Turisti già in città, disorientati. Taormina quindi, con le restrizioni di viabilità, i negozi chiusi e i militari che controllano, si è svegliata in un clima surreale, che le ha fatto togliere quello smalto di allure che l’ha sempre contraddistinta.

La settimana del G7 è dunque iniziata con le restrizioni, entrate in vigore dalla scorsa mezzanotte.
Fino a sabato prossimo all’interno dell’area ad accesso riservato (definita zona rossa) potranno transitare esclusivamente le persone ed i mezzi autorizzati in possesso del pass di primo livello (Aar). Nello stesso periodo, all’interno della zona di massima sicurezza, potranno accedere soltanto persone e mezzi con pass di secondo livello (Zms) ed è vietata la sosta di qualsiasi veicolo. L’ordinanza prefettizia prevede che da domani, mercoledì e fino alla mezzanotte del 27 maggio, nella zona di massima sicurezza possano accedere solo i pedoni con pass di secondo livello e nessun automezzo. Non esistono deroghe di alcun tipo. Dunque chi non è in possesso di passè meflio che non si presenti ai varchi ed eviti inutili intralci ed eventuali allontanamenti forzati, perché non ruscità ad andare avanti.

A Taormina – in questi giorni – non mancano quindi i disagi. In particolare per le lunghe code che si sono registrate già da ieri mattina al metal detector posto all’ingresso della città. C’è chi questo disagio lo ha esternato sui social.

Corso_Umberto-Taormina-UltimaTv

Il primo cittadino Eligio Giardina cerca di calmare le ansie dei suoi concittadini: «Il G7 porterà disagi nell’immediato presente ma sarà un evento epocale. Chiedo a tutti di avere pazienza, i sacrifici saranno ripagati dal ritorno turistico e di immagine».
E continua: «Lancio un appello ai miei concittadini, a tutti e nessuno escluso: chiedo di mostrare al mondo intero quel grande senso di ospitalità e di accoglienza che è nel Dna dei taorminesi e che ha reso Taormina protagonista e famosa nel mondo».

Insomma, come in ogni moneta, c’è il risvolto della medaglia: Taormina, con la sua Isola Bella incastonata tra il mare che luccica al sole e le piante fucsia di boungaville, vera perla del Mediterrano citata da Goethe e da Guy de Maupassant, è la destinazione turistica in Sicilia, per antonomasia… ma tornerà ad esserlo tra qualche giorno!

24 maggio 2017

 

Articoli Consigliati

Top