Ti trovi qui
Home > Apertura > A Palermo studenti da tutta Italia in ricordo di Falcone e Borsellino

A Palermo studenti da tutta Italia in ricordo di Falcone e Borsellino

PALERMO

«È bello vedere l’Italia unita oggi qui a Palermo». Così il presidente del Senato Pietro Grasso ha salutato con il sole negli occhi (erano poco più delle 8.00) gli studenti al porto di Palermo. Provengono da tutta Italia. Sono partiti ieri da Civitavecchia. Stringono cartelli in ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Nessuno di loro c’era il 23 maggio o il 19 luglio 1992.  Però le idee dei magistrati simbolo della lotta alla mafia camminano ancora sulle loro gambe.

Il ministro dell’istruzione, Valeria Fedeli in prima fila, ha chiesto un minuto di silenzio per le vittime di Manchester. «Morire giovani mentre si ascolta musica è una tragedia immane. Le nostre preghiere sono per i sopravvissuti. Oggi Palermo ha chiamato e la scuola ha risposto, come ha risposto 25 anni fa. La lotta alla mafia continua e deve continuare, senza trascurare neppure il più piccolo dei segnali».

Giornata di commemorazione scandita anche dagli incontri all’università. Si sta svolgendo infatti la Giornata della commemorazione – XXV Anniversario delle Stragi di Capaci e Via D’Amelio  – Presentazione dei progetti realizzati dagli Ateneo aderenti alla Call 2017. “Le Università per la Legalità”. Momento di confronto e individuazione dell’Ateneo ospitante l’Edizione 2018. (Aula Magna Scuola di Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali (via Maqueda 172) #UniPanondimentica).

23 maggio 2017

Articoli Consigliati

Top