Ti trovi qui
Home > Cronaca > Il gatto sbranato dal topo! Succede a Palermo nel canile municipale

Il gatto sbranato dal topo! Succede a Palermo nel canile municipale

PALERMO

La vicenda è surreale ma fotografa la situazione attuale al canile municipale di Palermo che in queste settimane sta subendo numerosi lavori di restyling. Un gattino di due mesi è stato sbranato dai topi. L’episodio è avvenuto mercoledì ed è stato subito denunciato sui social dai volontari. «Niente di strano, laddove è più facile che gli animali entrino sani per poi ammalarsi e morire, piuttosto che malati e ricevere le doverose cure – denuncia Veronica Anastasio, volontaria -. Lui era un gattino, forse più bisognoso di altri, ma solo un gattino, che avete permesso fosse ricoverato in un trasportino, preso il giorno prima e abbandonato in un padiglione del mattatoio. Questo è il nome giusto, mattatoio, viste le inqualificabili violenze subite da questa creatura. Ho i brividi in corpo e gli occhi offuscati dalle lacrime – scrive su Facebook -. Quei volontari, dalle spalle larghe e che pure ne hanno viste di ogni, hanno vomitato ripetutamente e non dimenticheranno facilmente. Quel gattino è stato trovato ancora vivo, ma senza volto né zampe perché dilaniate dai topi. Il piccolo, ancora vivo ma in stato di shock, è stato necessariamente addormentato. Non è questione (solo) di incapacità, inadeguatezza, incompetenza.  Questi sono crimini su crimini, previsti e prevedibili, ma che resteranno impuniti come i loro esecutori, privi di empatia, sensibilità e senso civico. Abbiamo denunciato tutto, domani è un’altra storia. Vi risparmiamo le foto, per stavolta è davvero troppo”.

Sulla vicenda è intervenuto Alessandro Anello, capogruppo di Ncd, che in Consiglio comunale ha presentato un’interrogazione al sindaco Orlando per chiedere quali siano le condizioni reali del canile . «Mi chiedo come può essersi  verificato un fatto così estremamente grave e raccapricciante come quello dell’altro ieri nel canile municipale di Palermo – attacca Anello -. Ho chiesto  tutta la documentazione comprovante il decesso di un cucciolo di gatto entrato nella struttura sano, e che sembra essere avvenuto per un assalto di topi, all’interno di una gabbia del canile. Ho chiesto  inoltre la relazione dei veterinari dell’ASP intervenuti sul posto e la cartella del cucciolo. Ho richiesto Inoltre, visto che i topi sono fonti di malattie di ogni genere sia per i cani ospiti del canile che per tutto il personale inquadrato che lavora all’interno della struttura, se e quando  e’ stata fatta una regolare derattizzazione».

gatto + topo - Ultimatv

Intanto il Comune in una nota ha spiegato che il nuovo canile diventerà un presidio sanitario veterinario. «Si conclude una fase – ha detto Orlando – che ha visto purtroppo tante e troppe tensioni, spesso scadute in comportamenti di pura e semplice polemica, alimentata dal clima elettorale. Mi auguro che da parte di tutti, associazioni, rappresentanti istituzionali e animalisti vi sia un passo indietro sul piano della polemica ed un passo avanti sul piano del dialogo e della collaborazione. Palermo avrà una struttura sanitaria all’avanguardia per il benessere degli animali e questo è certamente un risultato che tutti vogliamo, insieme ad un nuovo canile-rifugio per il quale stiamo lavorando con il Comune di Monreale».

di Roberto Chifari

13 maggio 2017

Articoli Consigliati

Top