Ti trovi qui
Home > Apertura > Omicidio ad Agrigento: l’assassino si costituisce

Omicidio ad Agrigento: l’assassino si costituisce

PALERMO

Omicidio nella tarda serata di ieri alla periferia di Agrigento. La vittima è Giuseppe Mattina, 40 anni, proprietario di un’officina. L’assassino è Giovanni Riggio di 29 anni, che dopo avere accoltellato a morte la vittima, lo ha chiuso nell’officina che i due gestivano, si è messo in macchina e ha raggiunto i suoi familiari a Palermo.

Dopo qualche ora si è presentato in questura e si è costituito. L’omicidio è avvenuto nella zona periferica di San Benedetto. Per aprire l’officina è stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco.

Mattina e Riggio avevano una officina, dove è stata uccisa la vittima, alla periferia di Agrigento, ma negli ultimi tempi i due erano ai ferri corti per questioni economiche. Le continue liti sono sfociate nell’omicidio. Mattina è stato assassinato con decine di coltellate. La vittima avrebbe chiesto dei soldi indietro a Riggio minacciando altrimenti di uccidere lui e la sua famiglia. Reggio ieri sera è andato in officina con la scusa di parlare e lo ha accoltellato, poi lo ha legato con del nastro da imballaggio trasparente ai piedi e lo ha posizionato tra due auto, ha chiuso la porta con il lucchetto ed è andato via.

Articoli Consigliati

Top