Ti trovi qui
Home > Apertura > Palermo: il quartiere Zen è il teatro di un tentato omicidio

Palermo: il quartiere Zen è il teatro di un tentato omicidio

PALERMO

La cronaca adesso ci porta a Palermo dove la polizia ha arrestato due persone, Vincenzo Viviano e Vincenzo Maranzano per il tentato omicidio di Gabriele Alì.

I fatti risalgono al 6 ottobre scorso quando, nel quartiere Zen, Alì è stato accoltellato all’addome ed è stato ferito da alcuni colpi di pistola. La notizia ha creato allarme sociale perché pochi giorni dopo c’è stato un altro tentato omicidio nei confronti di Benedetto Moceo. In questo caso a sparargli è stato il figlio Calogero che poi è stato arrestato.

Dalle indagini sono emersi i conflitti nel quartiere dovuti al controllo delle pizze di spaccio e ad affari illeciti. I gruppi criminali che si organizzano all’interno del quartiere sono costituiti da ragazzi molto giovani e spregiudicati provenienti da realtà difficili e in alcuni casi legati a Cosa Nostra.

3 maggio 2017

Articoli Consigliati

Top