Ti trovi qui
Home > Apertura > Ars, Finanziaria: fondi ai disabili e taglio Irpef e Irap

Ars, Finanziaria: fondi ai disabili e taglio Irpef e Irap

SICILIA

Sterzata in corso, arriva a sorpresa il taglio alle tasse con l’eliminazione da gennaio dell’ Irap regionale per le imprese e la riduzione Irpef. Anche se a rotta di collo fumata bianca fu. Sala d’Ercole oggi ha approvato la manovra economica. Dopo le tensioni dei giorni scorsi e l’alt del presidente Giovanni Ardizzone, ieri sera ad un passo dal voto finale sulla finanziaria perché mancava il numero legale, è arrivato l’ok.

Finanziamenti per 240 milioni l’anno ai disabili, esenzioni ticket per gli inoccupati, stabilizzazione per 6 mila precari Asu e garanzie occupazionali per gli ex lavoratori delle associazioni di allevatori. Sono queste alcune delle misure della finanziaria a cui l’Ars ha dato il via libera. Quanto ai disabili ulteriori risorse per 150 milioni di euro sono state approvate nell’art. 15 della finanziaria, di cui 68 milioni consistono in un’anticipazione dal fondo nazionale per la disabilità. Si alla proroga per due anni dei contratti con le aziende di trasporto pubblico locale, Ok ai fondi per le federazioni sportive. Un percorso ad ostacoli quello della manovra. Un’agonia che sembra essersi arrestata. Ma non senza ulteriori polemiche nel momento in cui è saltata fuori una legge che reintegra i Pip espulsi per condanne contro pubblica amministrazione, patrimonio e persone. «Una porcata votata in fretta e furia» tuona il movimento cinque stelle e gli fanno eco le imprese «ancora una volta la politica siciliana nemica del lavoro produttivo».

Via libera anche alla norma salva sindaci dei comuni senza bilancio e ai contributi agli enti, per non parlare delle norme sulla salvaguardia dei consorzi di bonifica e degli enti in liquidazione. Isomma ce n’è per tutti. «Finalmente nel dimenticatoio le vecchie leggi omnibus approvate di notte» afferma il presidente dell’assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone. Soddisfatto anche l’assessore regionale all’economia Alessandro Baccei «Oggi abbiamo i conti in equilibrio» incalza. Poi interviene Crocetta: «Sui disabili ho mantenuto la parola, Adesso Pif non può dire più nulla». E poi attacca: «Il partito democratico? una fibrillazione continua. Le forze politiche dicano chiaramente se su questo governo c’è un giudizio positivo o negativo».

Articoli Consigliati

Top