Ti trovi qui
Home > Cronaca > Rapinati i suoceri della Lo Bello: acquisiti filmati e impronte digitali

Rapinati i suoceri della Lo Bello: acquisiti filmati e impronte digitali

AGRIGENTO

Proseguono le indagini per individuare gli autori del “colpo” in casa dei suoceri della vice presidente della Regione Siciliana, Mariella Lo Bello. Il fatto, avvenuto 48 ore fa in Via Dante, arteria centralissima di Agrigento e in pieno giorno, ha destato sgomento soprattutto per le modalità con cui è stato effettuato.

Secondo una prima ricostruzione, grazie alle testimonianze delle due vittime, sarebbero state due persone, con volto travisato da una sciarpa ma probabilmente non armati, a imbavagliare e immobilizzare entrambi gli anziani, ultraottantenni e con la signora in sedie a rotelle, facendo razzia di qualsiasi cosa avesse valore, perlopiù gioielli e preziosi. Subito dopo aver messo a segno il “colpo” i due malviventi hanno fatto perdere le loro tracce.

I carabinieri della compagnia di Agrigento, che si stanno occupando del caso, hanno setacciato le zone limitrofe e acquisito le immagini di alcuni impianti di video sorveglianza della zona. La scientifica , inoltre, ha anche raccolto diversi mozziconi di sigaretta e rilevato impronte digitali.

Intanto Mariella Lo Bello, a Roma per impegni istituzionali, descrive la sua rabbia e frustrazione dopo aver sentito telefonicamente il suocero in lacrime: «Mio suocero è stato buttato a terra e gli hanno subito chiesto le chiavi della cassaforte. E quando ha detto che non le aveva hanno iniziato a picchiarlo, evidentemente sapevano che ci fosse. I Carabinieri sono stati fantastici – conclude Lo Bello – hanno subito preso a cuore la vicenda. Speriamo che riescano a trovare i responsabili».

di Giuseppe Castaldo

21 aprile 2017

Articoli Consigliati

Top