Ti trovi qui
Home > Cronaca > Nicolosi: disabili cacciati da pizzeria. Arrivano le scuse del titolare

Nicolosi: disabili cacciati da pizzeria. Arrivano le scuse del titolare

CATANIA

Nicolosi. E scuse furono. Non ce l’ha fatta il titolare del ristorante di Nicolosi a resistere e ha raggiunto i ragazzi disabili del Consorzio siciliano di Riabilitazione-Aias a Viagrande. È andato in sede e si è scusato con loro per l’equivoco, non era assolutamente sua intenzione cacciarli via dal suo locale. Noi lo avevamo intervistato a pochi giorni dallo spiacevole episodio ed è stata da subito tangibile la sua mortificazione.

Oggi, dopo una messa officiata alla presenza di tutti gli assistiti, dei loro familiari e degli operatori del Csr il proprietario della pizzeria di Nicolosi è intervenuto per chiedere scusa. Dunque tutto frutto di un malinteso. La scorsa settimana la denuncia era arrivata da Graziella Lentini, un’assistente sociale del centro che aveva raccontato l’episodio ma alla luce del gesto del proprietario del locale il presidente del Csr, Sergio Lo Trovato ha sottolineato che  «hanno ritenuto necessario divulgare l’episodio non perché qualcuno diventasse il capro espiatorio della vicenda bensì per evitare che questi episodi possano verificarsi. Una cosa è la denuncia sociale di un diritto negato, altra cosa sono l’odio e la violenza dei commenti».

Insomma una storia dal lieto fine che si è conclusa proprio con l’invito dei titolari a tornare in pizzeria.

20 aprile 2017

 

Articoli Consigliati

Top