Ti trovi qui
Home > Apertura > Ragusa, arrestato un uomo che abusava della figlia della convivente

Ragusa, arrestato un uomo che abusava della figlia della convivente

RAGUSA

Abusava sessualmente della figlia della sua convivente, una bambina non ancora tredicenne. Una vicenda di ordinario squallore che ha come protagonista un quarantenne di Ragusa, incastrato dalle immagini di un impianto di videosorveglianza privata fornite alla Polizia da un cittadino indignato, che mesi addietro aveva installato delle telecamere per controllare la sua casa di campagna.

La scorsa settimana, l’uomo si è insospettito dopo aver notato casualmente che alcuni oggetti del cortile della sua abitazione erano stati spostati. Esaminando le riprese della telecamera si è accorto della presenza di un uomo e di una esile figura facilmente riconducibile al profilo di una ragazzina di giovanissima età. L’onesto cittadino, dopo aver compreso che il cortile della sua casa veniva utilizzato come alcova per nascondersi e compiere atti sessuali, ha subito avvisato le forze dell’ordine.

L’orco è stato presto individuato dalla Polizia, un pluri-pregiudicato già noto alle forze dell’ordine per reati di altra natura. Una squadra di investigatori specializzata, appartenente alla Sezione reati contro i minori ha ascoltato la bambina, che con grande forza d’animo ha raccontato tutto alle poliziotte e alla psicologa. La testimonianza della ragazzina coraggiosa è agghiacciante. Il criminale, immediatamente bloccato per porre fine agli abusi compiuti sulla piccola, dopo qualche reticenza ha ammesso le sue responsabilità, confessando di aver abusato sessualmente per anni della figlia della sua convivente. Dal racconto della piccola emerge un particolare: l’uomo minacciava di fare del male a lei e alla madre. Il modo più sbrigativo e balordo per costringerla al silenzio.

Il pedofilo è stato è stato arrestato per violenza sessuale aggravata e atti sessuali con una minorenne.

15 aprile 2017

Articoli Consigliati

Top