Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Akragas, il derby è tuo! Cocuzza stende il Siracusa

Akragas, il derby è tuo! Cocuzza stende il Siracusa

AGRIGENTO

In palio all’Esseneto c’erano punti pesanti. Sebbene la classifica potesse ingannare, Akragas e Siracusa arrivavano al derby con un morale alto e diversi risultati utili alle spalle. Vincere era dunque l’obiettivo per entrambe le due isolane, ma a conquistare il derby sono stati i padroni di casa. Più forti della crisi e delle vicende extra-calcistiche che li hanno afflitti, la rete di Cocuzza consegna una vittoria che ha il gusto di salvezza.

Partita difficile e tirata ad Agrigento, le due squadre si dispongono a specchio e nei primi minuti si gioca più in mediana che nelle aree di rigore. Lo squillo del Siracusa arriva a pochi minuti dal riposo, Longo pasticcia in area e sulla sfera si fionda Palermo che dopo essersi liberato della marcatura tenta il destro a giro che lambisce il palo. Unica occasione di un primo tempo dal ritmo lento.

Il derby si sblocca al quarto d’ora della ripresa: Thiago esce fuori dal cilindro un grande lancio dalle retrovie, Cocuzza ci crede, si avventa sul pallone, salta il difensore e con un dolce pallonetto supera in uscita Santurro, è l’1-0 che fa esplodere l’Esseneto, il terzo centro consecutivo del 10 biancoazzurro.

Il vantaggio dell’Akragas accende la partita e rinvigorisce ancor di più i Giganti, che al 75esimo sfiorano il raddoppio: Klaric si difende dagli interventi degli avversari e calcia in porta, Cossentino sporca il pallone e sventa il pericolo. Pochi istanti dopo è ancora Akragas: stavolta è Coppola a inventare un tiro a giro che si infrange sul montante alto e tiene a galla il Siracusa.

Sottil le prova tutte, dentro De Silvestro e Persano, così al 92esimo arriva l’occasione più clamorosa per gli ospiti. Azzi fa gioco di sponda, proprio il neo entrato attaccante azzurro conclude a botta sicura ma Pane si oppone. Pochi secondi più tardi il tentativo è di Azzi, ma i Giganti si salvano. E’ l’ultima emozione di un derby che vede la squadra di Raffaele Di Napoli festeggiare e agguantare quota 34. E intanto mercoledì sarà ancora derby, all’Esseneto arriva il Messina.

2 aprile 2017

Articoli Consigliati

Top